[Domotica] Google Home vs. Amazon Echo
[Domotica] Google Home vs. Amazon Echo

[Domotica] Google Home vs. Amazon Echo

Categorie: impianti domotici
24/05/2018

 

Ormai nel 2018 siamo ricoperti di tecnologia, dall’IoT al sempre presente Smartphone e nel mezzo c’è tutto il settore della domotica destinato a semplificarci la vita in casa e fuori.

Molto spesso sentiamo parlare di domotica, in quanto materia relativamente nuova e in costante evoluzione.

Oggi troviamo due enormi aziende a far da padrone in questo campo, Google e Amazon. Infatti i due colossi, in realtà prima Amazon e poi Google, hanno messo sul mercato i due assistenti virtuali più importanti del momento.

Partiamo però dal concetto di domotica e cerchiamo di capire come vengono abbinati ad essa i due assistenti superintelligenti.

La domotica è quella materia che si occupa principalmente dello studio di quelle tecnologie con lo scopo di migliorare la qualità della vita in casa  ottimizzando i consumi e integrando/coordinando confort, sicurezza, risparmio e controllo in un unico sistema integrato. Per informazioni più dettagliate rimandiamo alla spiegazione di Domotica su Wikipedia e procediamo con l'evoluzione della materia.

Qui nasce il concetto di Smart Home, o casa intelligente perché in grado di risolvere autonomamente i piccoli problemi della quotidianità come la chiusura della Velux in caso di pioggia o la chiusura della tenda da sole se si alza il vento come la regolazione della temperatura e umidità dei vari ambienti dell’appartamento.

La domotica è anche portatrice di un sano rispetto per l’ambiente e risparmio economico per le nostre tasche.

Al cervellone centrale vengono abbinati i due assistenti: Google Home e Amazon Echo.

 

L’assistente Alexa di Amazon Echo

 

Amazon Echo è l’assistente virtuale del grande colosso degli e-commerce che è stato lanciato nel mercato statunitense nel 2015 con un ottimo risultato. Questo device, che tecnicamente si chiama Smart Speaker era inizialmente dedicato solo ai clienti di Amazon Prime e successivamente a tutti. Al suo interno alloggia un sistema di Intelligenza Artificiale che ascolta costantemente l’ambiente per poter soddisfare tutte le richieste fattegli. Forse non proprio la scelta migliore per gli amanti della privacy.

 

[Domotica] Amazon Echo con Alexa

 

È Alexa a rispondere alle tue domande quando gli chiedi di ascoltare musica, sentire le ultime news o di conoscere il meteo del giorno.

Ultimamente il colosso di Jeff Bezos ha aggiornato le funzionalità del suo assistente vocale al fine di integrarsi anche con la domotica di casa in modo da poter immettere comandi vocali e trasmetterli direttamente alla tua Smart Home e ai relativi device.

 

Nota dolente per il “giocattolino” Amazon è che  Alexa non parla ancora l’italiano e non è ancora disponibile per il nostro mercato.

 

Google Home porta in Italia l’assistente vocale da abbinare anche alla domotica

 

Con Google invece arriva in Italia l’assistente vocale digitale dedicato alla Smart Home in due versioni. Oltre alla versione standard, infatti, è presente nel mercato italiano anche la versione Mini di Google Home. Entrambi i dispositivi oltre a rispondere ai più svariati comandi vocali sono già corredati di funzionalità che si integrano al meglio con la Domotica della vostra casa e tutti i componenti ad essa connessi.

Google Assistant, il corrispettivo di Alexa, della grande casa di Montain View, è anche in grado di aggiungere elementi alla lista della spesa, appuntamenti in agenda ma anche di riprodurre sulle smart TV di casa o sulle TV con Chromecast semplicemente con un comando vocale dell’utente.

 

[Domotica] Google Home con Google Assistant

 

Google sembra aver deciso di sbaragliare il concorrente rendendo Google Home completamente in italiano e rendendolo disponibile nella doppia versione che, se nella versione classica costa come Alexa di Amazon, nella versione mini costa 59€.

 

Gli strumenti che si incorporano alla domotica sono e saranno sempre in maggior numero e sempre più facili da utilizzare. Se si pensava solo 15 anni fa ad una tecnologia simile si veniva presi per pazzi ma con l’avvento di internet l’evoluzione di questa materia è schizzata alle stelle e si è passati prima dalla richiesta manuale a quella vocale di adesso. Chissà che prima o poi non basterà solo pensare...

 

PER ULTERIORI INFORMAZIONI CONTATTACI

 

Chiama Mail